Profilo

psychotherapy paddingtonFORMAZIONE E QUALIFICHE

Mi sono trasferito in Regno Unito dopo essermi laureato in Italia nel settore linguistico. Qui, ho conseguito dapprima il Certificate in Foundamentals in Counselling e Psychotherapy e, in seguito, il Diploma in Counselling and Psychotherapy, di durata quadriennale, presso il Centre for Counselling for Psychotherapy Education (CCPE) di Londra. Sono formalmente registrato e accreditato come psicoterapeuta presso l’UK Council for Psychotherapy (UKCP).

Ho inoltre completato un corso di perfezionamento presso CCPE che mi ha portato al conseguimento del Diploma in Couple Counselling and Psychotherapy. In seguito, ho approfondito le problematiche di natura psicosessuale frequentando un corso di base presso il Tavistock Centre for Couple Relationships, che mi ha portato al conseguimento di un Certificate in Psychosexual Studies.

Nello svolgimento della mia professione, mi attengo ai codici etici e agli standard di buona prassi stabiliti da UKCP. Confidenzialità e anonimato sono quindi rispettati secondo quanto stabilito.

Durante il tirocinio e poi come professionista qualificato, ho acquisito esperienza nelle tematiche di cui mi occupo lavorando sia a breve termine che a lungo termine con persone di diversa nazionalità e provenienti dai più svariati contesti socio-culturali. In particolare, ho lavorato anche con clienti italiani qui a Londra. La condivisione del sistema linguo-culturale italiano, nonché del vissuto da residenti in terra straniera, è stata senz’altro fonte di interessanti spunti di riflessione e ha permesso di aggiungere un’ulteriore dimensione emotiva al lavoro terapeutico.

IL MIO APPROCCIO 

italiano3-300x225Il mio approccio è di tipo integrativo-transpersonale e attingo alle diverse scuole di pensiero per andare incontro alle necessità e alla personalità dei miei clienti. In questo modo, è possibile osservare le problematiche da diverse prospettive, il che arricchisce il processo terapeutico.

I diversi approcci a cui faccio riferimento nello svolgimento delle mie sedute includono:

  1. Psicodinamico: si occupa della relazione fra conscio e inconscio, sia in base alle influenze delle esperienze dell’infanzia e del vissuto esperienziale che alle complesse dinamiche che caratterizzano il tessuto della psiche stessa.
  2. Umanistico: si occupa del qui-e-adesso e della comunicazione fra terapeuta e cliente, con l’intento di aiutare il cliente a ampliare e consolidare il proprio senso del sé.
  3. Esistenziale: esplora come diamo un senso assolutamente personale alla nostra esistenza (perché? a quale fine?), diverso per ognuno a seconda dei propri valori e ideali.
  4. Transpersonale: riflette su come una persona può trascendere i limiti del proprio io individuale ed entrare in contatto con la propria saggezza interiore, soprattutto attraverso l’esplorazione dell’immaginazione, così da portare qualità dimenticate o sconosciute e riscoperte nella propria vita.
  5. Sistemico: si occupa di come certi modi di pensare e di comportarsi ed eventuali traumi possano essere trasmessi da una generazione all’altra e di che cosa ci facciamo carico inconsciamente di ciò che appartiene in realtà alla nostra famiglia di origine.
  6. Cognitivo-comportamentale (TCC, in inglese CBT): si concentra sui modi di pensare cosiddetti “negativi” e fornisce tecniche pratiche al fine di attivare nuovi modi di pensare più costruttivi per la persona.

Lavorando in maniera olistica, alcune delle tecniche utilizzate durante le sedute si basano non solo sullo scambio verbale, ma anche sull’esplorazione dei sogni, sull’evocazione di immagini (ad es. visualizzazioni), sulla creatività (ad es. disegni) o sul movimento e le sensazioni del corpo. Le tecniche adottate dipenderanno ovviamente dalle problematiche che si trova ad affrontare il cliente e, comunque, vengono sempre prima discusse e concordate.

Un elemento essenziale del mio modo di esercitare è infatti il rispetto per le condizioni fisiche, emotive e spirituali in cui si trovano le persone in un particolare momento della loro vita. Quello è il punto di partenza del percorso terapeutico. Il rispetto, insieme alla fiducia, l’empatia, la serietà professionale e un ambiente sicuro sono cruciali nel creare una relazione terapeutica solida, strumento indispensabile sulla strada verso se stessi.